"Solitude", l'otto marzo di Edizioni Sido

 
solitude.jpg
 

Abbiamo scelto l’otto marzo per presentare la prima stampa delle Edizioni Sido: “Solitude”, di Laura Anastasio.

Vediamo la cultura come un’attività da svolgere ritirati dalle grandi manifestazioni, siano esse pop o sincere e impegnate, ma il nostro lavorio in collina, nel silenzio dell’hortus, è dedito alla causa di un femminile libero e sereno.

Siamo solitari. Non riusciremmo a unirci ai cortei vivaci e pieni di gioia che domani occuperanno di rosa le strade, eppure condividiamo gli stessi valori di quella energia, ne siamo pervasi e felicemente.

Così, come abbiamo scelto il nome Sido, che è il nome di una madre e di madre natura insieme, abbiamo scelto questo soggetto di Laura Anastasio per iniziare la nostra collezione di stampe, un segno di devozione allo spirito fertile, dunque femminile, in cui si forma ogni mente indipendente.

Il Femminile, che sia quello di Jung, del Mito, del ‘500 o degli Anni Zero, è lo stimolo creativo che da sempre ci guida in questa avventura editoriale, il segno che accompagna le nostre scelte e il nostro vivere le difficoltà e i sacrifici di chi svolge oggi il cosiddetto lavoro culturale.

Per noi Laura Anastasio ha colto tutto questo in “Solitude”. Il silenzio, l’equilibrio, la concentrazione, il frutto, le radici, la potenza antica e la gioia elegante che speriamo possano essere sempre ingredienti di quello che facciamo.

E oggi, otto marzo, vogliamo celebrare così ogni femminile possibile. Senza distinzioni, frontiere, generi o categorie.

Preorder in esclusiva sul nostro bookshop.

 
Edizioni Sido