Edizioni Sido è una nuova casa editrice che inventa libri e disegna oggetti letterari.

Nasce in Chianti nell’estate del 2016, da un’idea di Laura Anastasio, art director e illustratrice, Andrea Benei, editor, e Fabio Casazza, fotografo amatoriale. Le Sido prendono vita circa un anno dopo, tra Berlino e Milano.

Abbiamo inaugurato quattro collane: la Altana per la saggistica, purché, come diciamo qui, sia di genere o di evasione. Libri snelli, che stiano nelle tasche e si leggano velocemente e che si vogliano rileggere, consultare, consumare. All’interno dell’Altana, con lo stesso formato, ci sono i libri del Clade, in cui accogliere alcuni testi curati o scritti dai nostri soci fondatori.

La Branco è un richiamo al fitto magico dei boschi. Le favole più celebri del folklore italiano e europeo rilette da giovani illustratori, artisti e scrittori che non temono di fare della tradizione una storia abbacinante, contemporanea e affilata.

Crediamo non ci sia alcuna ribellione nè morale nelle fiabe che servono a far chiudere gli occhi. Noi vogliamo che le nostre li aprano.

La MRLTN, dai mirliton di Beckett, propone oggetti letterari. Tutto quello che possiamo inventare e intridere di letterature. Le Sido sono un luogo dove i libri si accompagneranno a ceramiche, shopper, tessuti, carte, stampe, e quello che ci verrà in mente di produrre, sempre in Italia, sempre con un occhio di riguardo alla sostenibilità, sempre con i migliori materiali e affiancati dai più capaci laboratori e artigiani.

Nei Fuori Collana ci abbandoniamo a progetti editoriali per il pubblico dei collezionisti. Edizioni rare, eccentriche e dedicate a idee e suggestioni tangenti l’arte contemporanea.

Stiamo progettando infine la collana Cajal, dedicata alla fotografia, ma è ancora presto per parlarne.

Infine, Sido: il nome in cui Colette raccoglie la figura della madre e di Madre Natura. Andiamo verso dove veniamo, dopotutto. Per questo il nostro mantra è circolare come ogni vita, come ogni magia: a silva, in silva.