Gianfranco Anastasio − ZEITSPACE. Un anno di pittura bastarda

Gianfranco Anastasio − ZEITSPACE. Un anno di pittura bastarda

35.00

ZEITSPACE raccoglie segni, parole e immagini in un intreccio di linguaggi e sguardi che vuol rendere conto di un anno di pittura. La formula meticcia del titolo riprende quello del ciclo di pitture rispetto a cui il libro/quaderno è opera conclusiva.

⮑ dalle pagine interne

“Zeit e Space. Due parole tratte da lingue diverse (tedesco e inglese), saldate insieme a formare un neologismo dalla formula meticcia. E non è un caso che questa impurità linguistica interessi proprio il carattere felicemente residuale e impuro della pittura, in una ricerca che sistematicamente ha dato origine alla serie dei Bastardi: piccole tele dove il colore è il risultato di infinite mescolanze tra differenti colori. Sono così tanti da poter essere intesi come seriali anche se ripetitivi non sono. In queste opere ogni programma, intenzione si sottomette alla materia colore, a quello che resta del colore nel pennello e, poi, alla superficie.”

Pittura e note di Gianfranco Anastasio, Testo di Marco Bazzini, Foto di Gerri Gambino, Progetto grafico di Laura Anastasio

Libro d’artista – Fuori Collana – 180 copie numerate – Formato 20x25 – Stampa a 5 colori – Rilegatura flatbook manuale – 26 pagine in cartone spessorato – ISBN 978-88-942935-3-1

Quantità:
Aggiungi al carrello

Gianfranco Anastasio è nato nel 1956 a Messina. Allestisce la prima mostra personale nel 1983. Si laurea in architettura nel 1985.

Di lui hanno scritto: Lucio Barbera, Marco Bazzini, Massimo Bignardi, Lucio Cabutti, Luciano Caramel, Martina Corgnati, Manuela Crescentini, Enrico Crispolti, Patrizia Ferri, Luigi Paolo Finizio, Giuseppe Frazzetto, Marco Meneguzzo, Sandra Orienti, Marisa Vescovo